Logo salute24
17-07-2019

Intelligenza emotiva, il ruolo dei videogame negli adolescenti


Realtà virtuale e gioco per imparare a gestire le emozioni. I videogame potrebbero aiutare gli adolescenti a potenziare la loro intelligenza emotiva, ovvero valutare, esprimere e controllare le proprie emozioni. È quanto hanno osservato due ricercatrici dell’Università Cattolica di Milano, Claudia Carissoli e Daniela Villani.   


Come illustrano in un articolo pubblicato su Games for Health Journal, le ricercatrici hanno sviluppato un programma per l’intelligenza emotiva che sfruttava i videogame come strumento di apprendimento. Allo studio hanno preso parte 121 adolescenti da 14 a 16 anni di età. La loro intelligenza emotiva è stata valutata prima e alla fine dello studio e ancora dopo tre mesi.   


Per intelligenza emotiva si intende la capacità di monitorare le emozioni proprie e altrui, a distinguerle, e a impiegare le informazioni che le emozioni forniscono per orientare pensiero e azione. Sono capacità importanti: chi non riesce a gestire le emozioni rischia di assumere comportamenti dannosi, dall’abuso di sostanze ai disturbi dell’alimentazione. Diversi studi hanno indicato che un buon livello di intelligenza emotiva protegge ad esempio dall’ansia e dall’aggressività.   


Al termine della ricerca si è visto che gli studenti che avevano preso parte al programma di addestramento dell’intelligenza emotiva erano in grado di valutare ed esprimere meglio le proprie emozioni. Questa capacità non si manteneva dopo tre mesi, tuttavia è emerso che questi adolescenti ricorrevano più spesso, nel lungo periodo, a una strategia per regolare le emozioni: la rivalutazione cognitiva, ovvero cercare di guardare alle situazioni che non si possono controllare in modo positivo.

potrebbe interessarti anche: