Logo salute24
01-07-2019

Asma, i geni alla base dello sviluppo



Identificati i geni delle cellule immunitarie coinvolti nello sviluppo dell’asma: si tratta di quelli che regolano la sintesi e la rottura dei grassi. A scoprirli, nell’ambito di uno studio pubblicato su Immunity, sono stati i ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma (Svezia).


Nell'asma il sistema immunitario è iperattivo e provoca infiammazione polmonare e sintomi come tosse, dispnea e respiro corto. In questo processo svolgono un ruolo importante le cellule immunitarie T chiamate cellule Th2, che a causa della loro rarità sono state studiate poco in precedenza. Gli scienziati svedesi hanno utilizzato una tecnica altamente sensibile chiamata sequenziamento dell'Rna di singole cellule per analizzare quali geni siano espressi nelle singole cellule T durante l’infiammazione correlata all’asma. Hanno quindi esposto alcuni topi agli acari della polvere domestica - un allergene comune a cui la maggior parte degli asmatici è sensibile e che induce un'infiammazione polmonare simile a quella scatenata dall'asma. Hanno quindi monitorato l'espressione genica nelle cellule T degli animali prima e dopo l'esposizione agli allergeni.


L’esperimento ha permesso di scoprire che nel polmone dei topi le cellule T esprimono un profilo unico di centinaia di geni, molti dei quali sono collegati al modo in cui le cellule producono e abbattono i lipidi. I ricercatori hanno quindi somministrato ai roditori un farmaco per bloccare il metabolismo dei grassi, scoprendo che il medicinale è stato in grado di ridurre l'infiammazione. “I nostri risultati suggeriscono che i grassi potrebbero aggravare l'infiammazione dei linfociti T nei polmoni che si riscontra nell'asma - spiega Jonathan M. Coquet, che ha coordinato lo studio -. Ora intendiamo testare sistematicamente il ruolo delle centinaia di geni espressi in modo univoco per trovare quelli che possono innescare o prevenire lo sviluppo della malattia”.