Logo salute24

Capelli, terapia con cellule staminali per la ricrescita

L’impiego di cellule staminali potrebbe consentire la ricrescita dei capelli. Lo rivela uno studio presentato durante la riunione annuale dell'International society for stem cell research, in programma dal 26 al 29 giugno a Los Angeles (Usa), dagli scienziati del Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute di San Diego (Usa), che hanno sviluppato un metodo per far crescere capelli dall'aspetto naturale attraverso la pelle, utilizzando le cellule staminali pluripotenti indotte (iPSC) umane.

 

La perdita dei capelli può essere causata da diversi fattori: genetica, invecchiamento, parto, trattamenti oncologici, ustioni e disturbi come l'alopecia. Questa condizione è spesso associata a un disagio emotivo, che può ridurre la qualità della vita e provocare ansia e depressione. Per trovare una soluzione, gli scienziati statunitensi hanno studiato le papille dermiche, cellule situate all'interno del follicolo pilifero, che controllano lo sviluppo dei capelli, incluso il loro spessore, la loro lunghezza e il loro ciclo di crescita. Già nel 2015 il team aveva generato con successo i capelli sotto la cute dei topi creando papille dermiche derivate da cellule staminali pluripotenti umane. In questo studio, ha perfezionato questo processo.

 

L'approccio sviluppato dagli studiosi prevede la realizzazione di un’impalcatura tridimensionale e biodegradabile, che controlla la direzione della crescita dei capelli e aiuta le cellule staminali a integrarsi nella pelle - che per natura costituisce una barriera resistente. Il metodo attuale prevede l’utilizzo di cellule epiteliali di topo combinate con cellule di papilla dermica umana, ed è stato testato con successo su roditori privi di pelo. Ma gli esperti stanno già testando in laboratorio un metodo per derivare la parte epiteliale di un follicolo pilifero da cellule iPSCs umane. Affermano che le cellule epiteliali e dermiche della papilla dermica derivate da iPSC umane combinate consentiranno, infatti, la generazione di follicoli piliferi interamente umani, pronti per il trapianto allogenico negli esseri umani. Gli autori precisano, inoltre, che le cellule iPSC umane forniscono un riserva illimitata di cellule e possono essere ricavate da un semplice prelievo di sangue.

 

“Il nostro nuovo protocollo supera le principali sfide tecnologiche che hanno impedito l’applicazione della nostra scoperta nel mondo reale - spiega Alexey Terskikh, che ha coordinato la ricerca -. Ora abbiamo a disposizione un metodo solido e altamente controllato per generare capelli dall'aspetto naturale che possano crescere attraverso la pelle, utilizzando una fonte illimitata di cellule di papilla dermica derivate da iPSC umane. Questa rappresenta una svolta fondamentale per lo sviluppo di terapie per la perdita dei capelli e per il campo della medicina rigenerativa”.

 

Foto: © goodluz - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 01/07/2019