Logo salute24
21-06-2019

La leptina, come funziona l'ormone della fame



Gli scienziati della Yale University di New Haven (Usa) e dell’Harvard Medical School di Boston (Usa) hanno scoperto come funziona la leptina, il cosiddetto “ormone della fame”, che regola il senso di sazietà. In uno studio pubblicato su Pnas, i ricercatori hanno esaminato i meccanismi che controllano le concentrazioni della leptina nel plasma di un gruppo di topi. Hanno così scoperto che questo fenomeno non interessa soltanto il cervello - come si riteneva in precedenza -, ma coinvolge anche il sistema endocrino. Questo sistema, spiegano gli esperti, include le ghiandole pituitaria e surrenale, che secernono un altro ormone, il corticosterone, che regola l'energia, le risposte allo stress e l'assunzione di cibo.


Gli autori sottolineano che questa catena di eventi è necessaria affinché la leptina possa stimolare la fame quando il cibo è limitato, oppure in presenza di un diabete scarsamente controllato che provochi l’abbassamento delle concentrazioni plasmatiche di leptina al di sotto della soglia critica. Nel corso di ulteriori esperimenti, i ricercatori hanno anche dimostrato che il corticosterone plasmatico attiva i neuroni AgRP, che aumentano la fame quando i livelli di leptina o di zucchero nel sangue sono bassi – come avviene quando si segue una dieta dimagrante.


Lo studio, secondo i ricercatori, rivela il funzionamento della leptina e il modo in cui il sistema endocrino media il suo effetto per regolare l'assunzione di cibo in condizioni di fame e di diabete mal controllato. Inoltre, suggerisce che i neuroni AgRP potrebbero costituire l’obiettivo di una nuova classe di farmaci per il trattamento dell'obesità.