Logo salute24
20-06-2019

Tumore al fegato, i rischi della scarsa igiene orale



Identificata un’associazione tra la scarsa salute orale e il rischio di cancro al fegato. È quanto emerge da uno studio pubblicato sula rivista United European Gastroenterology Journal dai ricercatori della Queen's University di Belfast (Irlanda del Nord), che hanno monitorato per sei anni le condizioni di salute di oltre 475 mila cittadini britannici per verificare se esistesse un legame tra la salute del cavo orale e i tumori che colpiscono l’apparato digerente, come il cancro al fegato, al colon, al retto e al pancreas.


Durante il periodo di osservazione, 4.069 partecipanti hanno sviluppato un tumore gastrointestinale. Gli autori hanno scoperto che nel 13% dei casi i pazienti soffrivano anche di problemi al cavo orale, come gengivite, sanguinamento gengivale, ulcere della bocca e perdita dei denti. L’indagine ha quindi rilevato una forte relazione tra la scarsa salute orale e il rischio di cancro al fegato, anche se non evidenziato un legame significativo con gli altri tumori presi in esame.


Gli scienziati ipotizzano che l’associazione tra salute del cavo orale e cancro epatico potrebbe essere dovuta al fatto che i soggetti che hanno perso alcuni denti potrebbero modificare la dieta e consumare cibi più morbidi e potenzialmente meno nutrienti, che a loro volta influenzerebbero il rischio di cancro al fegato. Oppure, dato che quest’organo contribuisce all'eliminazione dei batteri dal corpo umano, gli esperti ritengono che quando si ammala non sia più in grado di svolgere correttamente questo compito, consentendo ai patogeni di sopravvivere più a lungo e di causare più danni. Alla luce di questi risultati, gli autori evidenziano la necessità di condurre ulteriori studi sul legame tra microbioma e cancro epatico.