Logo salute24

Noci, 20 grammi al giorno proteggono da cancro e cardiopatie

Il consumo di questi frutti riduce del 22% il rischio di morte prematura

Consumare almeno 20 grammi di noci, nocciole, noci pecan o arachidi al giorno protegge da cancro e cardiopatie. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Bmc Medicine da un team di ricercatori internazionali diretto da Dagfinn Aune cell'Imperial College di Londra (Regno Unito). Secondo gli autori, chi mangia quotidianamente questi frutti corre un rischio inferiore del 30% d’incorrere in una cardiopatia, del 15% di ammalarsi di cancro e del 22% di andare incontro a morte prematura.

 

Gli studiosi hanno esaminato i risultati di 29 ricerche che avevano monitorato le abitudini alimentari e lo stato di salute di 819 mila persone. Al termine dell’analisi, hanno scoperto che il consumo di noci, nocciole e arachidi era associato a una riduzione del rischio di sviluppare diverse patologie. In particolare, è emerso che chi ne mangiava almeno 20 grammi al giorno aveva probabilità inferiori del 30% d’incorrere in una cardiopatia e del 15% di ammalarsi di cancro. Inoltre, correva un rischio inferiore del 22% di andare incontro a morte prematura. 

 

Leggi anche: La chiave per il buonumore? Le noci

 

Gli autori hanno anche scoperto che il consumo quotidiano di questa frutta secca potrebbe dimezzare il rischio di morire a causa di malattie respiratorie e abbassare del 40% il pericolo di sviluppare il diabete. Tuttavia, i ricercatori precisano che il rapporto tra queste patologie e il consumo di noci dovrebbe essere approfondito ulteriormente. “Abbiamo riscontrato una notevole riduzione del rischio di sviluppare diverse malattie, che rappresenta una forte indicazione dell’esistenza di una vera e propria relazione tra il consumo di noci e diverse condizioni sanitarie – spiega Dagfinn Aune -. Si tratta di un effetto piuttosto rilevante per una quantità di cibo così ridotta”.

 

Secondo gli scienziati, l’effetto benefico di noci, nocciole e arachidi sarebbe dovuto al loro valore nutrizionale: “Noci e arachidi sono ricche di fibre, magnesio e grassi polinsaturi, tutti nutrienti che riducono il rischio di malattie cardiovascolari e che possono abbassare i livelli di colesterolo – prosegue l’esperta -. Alcuni tipi di frutta secca, soprattutto noci e noci pecan, sono anche ricchi di antiossidanti che combattono lo stress ossidativo e possono proteggere dal cancro. Infine, anche se sono molto ricchi di grassi, questi frutti contengono anche dosi elevate di fibre e proteine, per cui, secondo alcuni studi, a lungo andare potrebbero anche ridurre il rischio di obesità”.

 

Foto: © Yü Lan - Fotolia.com

di Nadia Comerci
Pubblicato il 09/12/2016