Logo salute24

La dieta mediterranea protegge anche dall'invecchiamento del cervello

A svelare i nuovi benefici è uno studio spagnolo

La dieta mediterranea continua a confermare il suo ruolo di prezioso alleato della salute del cervello. Dopo i risultati recentemente ottenuti da un gruppo di ricercatori statunitensi, adesso sono gli scienziati dell'Università della Navarra (Spagna) a evidenziare l'effetto antiaging che questo regime alimentare esercita sulle capacità cerebrali. Secondo quanto riportato sulle pagine del Journal of Neurology and Psychiatry la dieta mediterranea, sia se condita con olio extravergine d'oliva, sia se arricchita con una dose extra di frutta secca, è addirittura più efficace dell'alimentazione povera di grassi consigliata per prevenire infarti e ictus nel contrastare il declino cognitivo tipico dell'invecchiamento.

 

Al momento non è possibile affermare con certezza che questo effetto sia valido per l'intera popolazione. Infatti i ricercatori spagnoli hanno concentrato i loro studi su individui ad alto rischio vascolare, ossia affetti da diabete di tipo 2 o con almeno 3 dei seguenti problemi: pressione sanguigna elevata, livelli di lipidi nel sangue alterati, sovrappeso, vizio del fumo e una tendenza familiare a sviluppare precocemente disturbi cardiovascolari. La ricerca che ha svelato questo effetto ha, però, qualcosa in più rispetto alle altre: è il primo studio ad aver analizzato i benefici protettivi della dieta mediterranea sulle capacità cognitive già emersi da altre analisi.

di s.s.
Pubblicato il 27/05/2013

potrebbe interessarti anche: