X

Ti potrebbe interessare anche

Obesità, anche un matrimonio difficile può aumentare i rischi

  • Ico_email
  • print
  • Ico_ingrandisci_carattere
  • Ico_diminuisci_carattere
Jetlag

Jet lag sociale: con
ritmi troppo frenetici,
la salute è a rischio

Un continuo rincorrersi tra gli impegni quotidiani legati a questioni di famiglia e lavoro e i ritmi del corpo ignorati per riuscire a far fronte proprio a tutti questi impegni: e così siamo sempre in discordanza con il nostro organismo, e arriviamo a soffrire di jet lag «sociale», la «sindrome da fuso orario». A parlarne sulle pagine di Current Biology è Till Roenneberg dell’Università di Monaco, autore della ricerca: «Questa sindrome, che non era mai stata descritta prima, si caratterizza per una discrepanza fra l’orologio biologico e l’orologio 'sociale' che impone alle persone dei ritmi, legati soprattutto alle esigenze lavorative, diversi da quelli biologici».

 

Le conseguenze vanno dalla mancanza di sonno, al ricorso al fumo, all’abuso di alcol o di caffeina, fino ad arrivare all’aumento di peso e all'obesità. Secondo lo studio, una persona su tre soffrirebbe di più di due ore di jet lag sociale, mentre per il 69% sarebbe di almeno un’ora. Tanto più il jet lag sociale è ampio, si legge nello studio, tanto più aumenta il rischio di sviluppare malattie metaboliche e sovrappeso. E, ovviamente, a soffrirne maggiormente sono coloro che lavorano per turni.

di m.c. (11/05/2012)

Lascia un commento

Fai una domanda

I commenti sono editati da parte della redazione.