X

Ti potrebbe interessare anche

Rebus obesità, dopo i 50 anni si ingrassa meno I trucchi nella fotogallery

Salute: individuata nuova via per ridurre colesterolo

Individuato un nuovo target molecolare per inibire la produzione del colesterolo nel sangue: è un enzima, si chiama squalene mono-ossigenasi (SM) ed è in grado di bloccare la produzione di colesterolo. Lo studio è stato guidato da Andrew Brown  della Scuola di Biotecnologie e Scienze Biomolecolari dell'University of New South Wales (Australia) e pubblicato su Cell Metabolism.
SM è uno dei 20 enzimi coinvolti nella catena di produzione di colesterolo, ma solo uno di questi - HMG-CoA reduttasi (HMGR) - è attualmente bersaglio dei farmaci anti-colesterolo: "I farmaci più comunemente usati per abbassare il colesterolo, le statine, lavorano per inibire HMGR - spiega Brown -. Ma HMGR è presente all'inizio della catena di 'montaggio', e colpendolo si inibiscono i successivi 'anelli' della catena e le loro produzioni utili all'organismo, dando origine anche a effetti collaterali indesiderati. Questo enzima precedentemente trascurato, SM, agisce invece molto più avanti nella linea di montaggio del colesterolo, il che dovrebbe significare che è più specificamente mirato alla produzione del colesterolo". Colpirlo significa quindi 'attentare' al colesterolo, spiegano i ricercatori, lasciando invece indisturbata la prima parte della catena di montaggio. I farmaci anti-colesterolo che hanno per obiettivo la squalene mono-ossigenasi, concludono, devono però ancora essere testati sull'uomo.

(15/06/2012)

Le parole più cercate